Flash News: Edilizia

10/12/2019 – Continua l’approfondimento di BIM.archiproducts – Edilportale sulle nuove figure professionali legate al mondo del Building Information Modeling regolamentate dalla norma UNI 11337 parte 7, che a breve sarà pubblicata ufficialmente. Nel focus precedente (per leggerlo clicca QUI) abbiamo fatto una panoramica generale sulla norma, sul contesto normativo in cui si inserisce e sulle 4 professionalità che individua come figure chiave nella gestione di un processo BIM. In questo focus approfondiremo nel dettaglio conoscenze, abilità e competenze di ciascuna di esse. Partiamo dal profilo di più recente concezione. - CDE manager: il gestore dell'ambiente di condivisione dei dati contribuisce attivamente alla ricerca di soluzioni informatiche di rete, in cloud e di protezione dei dati. Lo scopo principale della gestione dell'ambiente di condivisione dei dati è mettere in relazione i contenuti dei modelli BIM con altri..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 - “La necessità di una proroga di tre mesi al Piano Casa, la cui scadenza era prevista per il 31 dicembre prossimo, è dovuta all’esigenza di approfondire alcuni dei temi, tra i quali la riqualificazione del patrimonio immobiliare, la valorizzazione del paesaggio e la rinaturalizzazione del territorio veneto, che andranno a qualificare la nuova legge che sostituirà, in maniera permanente, il Piano Casa”.   Così l’Assessore al Territorio, Cristiano Corazzari, spiega il motivo dell’approvazione di un emendamento al collegato alla Legge di Stabilità regionale che proroga fino al 31 marzo 2019 il vigente Piano Casa.   La legge per la riqualificazione urbana e la rinaturalizzazione Il testo del progetto di legge, attualmente all’esame della Seconda Commissione consiliare, prevede la messa a regime del Piano Casa, introducendo nuove misure finalizzate alla rinaturalizzazione del territorio veneto..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 – Saranno presto erogati 250 milioni di euro per il finanziamento di 30 opere del Piano straordinario Invasi. Dopo il via libera in Conferenza Unificata, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha firmato il decreto per lo sblocco delle risorse.   I finanziamenti saranno scaglionati in 50 milioni di euro all’anno per cinque anni a decorrere dal 2018.   Piano Invasi, priorità alle opere cantierabili Il Mit fa sapere che sono pronte le convenzioni con i 30 soggetti attuatori degli interventi. La priorità sarà attribuita alle opere cantierabili fin da subito quali, ad esempio, l’adduttore alimentato dalla diga del Liscia in Sardegna, cui andranno 19,5 milioni di euro, gestito dal consorzio della Gallura, e la cassa di espansione sul torrente Baganza, cofinanziata per 6 milioni di euro su 61 di costo totale, il cui soggetto attuatore è l’Agenzia Interregionale per il fiume Po (AIPO).   La..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 – Fluttuano sull’acqua per consentire il passaggio di persone e mezzi risolvendo le difficoltà che si potrebbero presentare a seconda delle caratteristiche dei fondali. Sono i ponti galleggianti, conosciuti nel mondo come “Floating bridges” o “Pontoon bridges”. Utilizzano galleggianti o barche a basso pescaggio per supportare ponti pedonali o destinati al traffico dei veicoli. La loro capacità di carico è proporzionale alla galleggiabilità.     Molti ponti galleggianti sono temporanei e utilizzati prevalentemente per scopi bellici o per far fronte ad emergenze di protezione civile. Ma ce ne sono anche di fissi.   Non si tratta di una tecnologia moderna perché i ponti galleggianti esistono fin dall’antichità. Gli storici pensano che fossero usati in Cina già dal IX secolo a.C. e durante l’impero Romano. Sulla colonna Traiana e su quella dell’imperatore Marco..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 – Operatori del settore contrari alle modifiche al Codice Appalti contenute nella bozza di Decreto Legge “Semplificazioni”. Il testo sarà probabilmente discusso oggi in Consiglio dei Ministri, ma piovono già le critiche.   Fondazione Inarcassa: ‘no a reintroduzione appalto integrato’ La Fondazione Architetti e Ingegneri liberi professionisti iscritti Inarcassa ha espresso forte disappunto su alcune misure che rischiano di provocare “un cambio di direzione nel settore degli appalti pubblici”.   “La bozza del decreto-legge – dichiara il Presidente di Fondazione Inarcassa, Egidio Comodo - contiene una serie di modifiche che non vanno certo nella direzione auspicata, cioè la semplificazione del Codice degli Appalti. La modifica all'art. 23, comma 3-bis del Codice, che amplia la possibilità di ricorrere all’appalto integrato, permetterà infatti l’esecuzione..
Continua a leggere su Edilportale.com

10/12/2018 - Proroga di un anno delle detrazioni fiscali legate alla casa, ovvero bonus ristrutturazione, bonus mobili, ecobonus e bonus verde, e innalzamento a 65 mila euro della soglia dei ricavi (ma con una serie di limiti riguardanti i lavori svolti negli anni precedenti) per accedere al regime forfettario con tassazione al 15% per le Partite Iva.   Queste le maggiori novità su casa e professionisti contenute nella Legge di Bilancio 2019 che ha ottenuto il via libera della Camera e ora passa all'esame del Senato.   Bonus casa 2019: la proroga delle detrazioni La Legge di Bilancio 2019 prevede la proroga al 31 dicembre 2019 delle detrazioni del 50% previste dal bonus ristrutturazione e dal bonus mobili. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS RISTRUTTURAZIONI     SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS MOBILI La Manovra 2019, inoltre, proroga al 31 dicembre 2019 l’ecobonus per gli interventi..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/12/2018 – La Pubblica Amministrazione potrebbe decidere di saldare subito i debiti nei confronti di professionisti e imprese. Lo prevede un ordine del giorno accolto in Senato durante l’approvazione del disegno di legge Europea 2018.   Con la nuova legge, inoltre, le Pubbliche Amministrazioni avranno meno scuse per pagare in ritardo i professionisti e le imprese.   Pagamenti immediati per 9 miliardi di euro L’ordine del giorno impegna il Governo a valutare la possibilità di effettuare l’integrale pagamento dei debiti pregressi delle Pubbliche Amministrazioni nei confronti di professionisti e imprese. Questo perché, come sollecitato nell’odg, “ogni azione che inietti liquidità in una impresa o uno studio professionale, che soffre a causa dei crediti vantati nella pubblica amministrazione, può essere fondamentale alla sopravvivenza dell’attività”.   Al momento, la cifra certificata..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/12/2018 - Sarà reso noto il 14 dicembre il nome dell’impresa o della cordata di imprese che si aggiudicherà i lavori per la ricostruzione del viadotto Polcevera a Genova.   il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse e dei relativi progetti è scaduto il 26 novembre: il Commissario Straordinario per la Ricostruzione del Viadotto, Marco Bucci, ha ricevuto 15 candidature, tra cui quelle di: - Gruppo Cimolai; - Maffeis Engineering - Pizzarotti; - Italiana Costruzioni - Maeg - Monaco; - Fincantieri - Salini Impregilo - Italferr; - Rizzani de Eccher; - Ricciardello; - Leonardo - Strabag Italia; - SOGECO Costruzioni; - Autostrade per l’Italia.   Gruppo Cimolai Il gruppo Cimolai di Pordenone ha presentato non uno ma quattro progetti di ponti in acciaio per il nuovo viadotto autostradale, tre dei quali firmati dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava. Il primo, chiamato ‘Ponte Cristoforo Colombo’,..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/12/2018 – Come funziona la cessione del credito relativo all’ecobonus e al sismabonus nei condomini? Il documento che attesta la cessione dev’essere registrato ufficialmente? Quando sarà fruibile il credito da parte del cessionario?   L’Agenzia delle Entrate risponde a queste domande, relative alla cessione del credito d’imposta corrispondente alla detrazione spettante per gli interventi di riqualificazione energetica e per quelli finalizzati alla riduzione del rischio sismico degli edifici, nella circolare 84/2018.   Ecobonus e sismabonus: come funziona la cessione del credito L’Agenzia ricorda che la misura agevolativa prevede che il singolo condomino possa cedere (in tutto o in parte) la propria “porzione” di detrazione, per gli interventi effettuati sulle parti comuni del fabbricato, a chi ha svolto i lavori o a privati.   Il contribuente che opta per la cessione, se i dati non sono già contenuti..
Continua a leggere su Edilportale.com

07/12/2018 – Chi intraprenderà lavori di ristrutturazione (con acquisto di mobili), riqualificazione energetica, adeguamento sismico e sistemazione delle aree a verde potrà contare anche nel 2019 sulle detrazioni fiscali legate alla casa.    Infatti, la bozza della Legge di Bilancio 2019, in discussione alla Camera, proroga gli incentivi per la casa a tutto il 2019 senza modifiche sostanziali rispetto al 2018. Tuttavia, dallo scorso novembre, chi effettua interventi edilizi e tecnologici che beneficiano del bonus ristrutturazioni ma comportano anche risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili, dovrà rispettare i nuovi adempimenti Enea.     Bonus ristrutturazioni e bonus mobili 2019 La Legge di Bilancio 2019 prevede la proroga al 31 dicembre 2019 della detrazione del 50%, con un limite massimo di 96mila euro per unità immobiliare, per gli interventi di ristrutturazione delle abitazioni..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 - Le vetrine di Archiproducts Shop Bari sono illuminate. Le serrande sono tirate su, l’insegna è accesa e lo spazio finalmente aperto, pronto ad accogliere Architetti e Progettisti nel contesto tipico di uno showroom, ma con un’anima digitale. “E’ la nostra idea di showroom”, afferma Enzo Maiorano, Co-Founder e Art Director di Archiproducts. “Volevamo creare una vera e propria esperienza di progettazione, acquisto e arredo, che unisse online e offline, in uno spazio che non è solo un negozio, ma un luogo di dialogo, connessione e incontro tra professionisti”.   Entrando ad Archiproducts Shop, la prima impressione è quella di un luogo versatile e polifunzionale. Tablet e qr code danno subito l’idea che il confine tra spazio fisico e mondo digitale sia estremamente labile, al punto che sembrano incontrarsi proprio in questo open space, progettato come fosse una casa. La “casa-showroom”..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 - La Meccanica dell’Architettura è un modo differente di concepire il processo costruttivo, introducendo procedure di assemblaggio e stratificazione a secco e di industrializzazione, in grado perfino di eliminare le barriere fra scienza e arte. Fabbricare un edifico (senza la connotazione negativa della parola pre-fabbricare) implica che esso nasca da una fabbrica (in realtà da molte fabbriche visto che i materiali e i componenti provengono da più industrie) e si ricomponga nella “fabbrica di cantiere” che è luogo di assemblaggio e connessione di strati e elementi costruttivi in un sistema tridimensionale complesso: una supply chain, molto più contemporanea e efficiente, anziché un luogo di produzione per “colata a umido” come nella filiera costruttiva che individuiamo in Italia come “tradizionale” latero-cementizia. Parlare di innovazione oggi, in Architettura e Edilizia, significa..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 – No all’ufficio speciale per la progettazione di opere pubbliche istituito dalla Regione Siciliana. Meglio una cabina di regia per la programmazione e il monitoraggio. È questo, in sintesi, il pensiero espresso da Inarsind Sicilia, sindacato degli Architetti e Ingegneri liberi professionisti, che ha lanciato una petizione contro l’iniziativa.   Ufficio speciale per la progettazione L’Ufficio speciale, istituito con la delibera 426/2018, resterà in vita per tre anni e impiegherà 50 persone, provenienti da altre strutture della Regione, prevalentemente ingegneri, architetti, geologi e geometri.   L’obiettivo dell’Ufficio speciale è velocizzare la realizzazione delle opere pubbliche. La nuova struttura dovrà dirigere e coordinare l’intera attività di progettazione delle opere pubbliche regionali, supporterà i Comuni, spesso carenti di professionalità interne, si occuperà..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 – L’accesso ai finanziamenti agevolati a valere sul Fondo Kyoto per l’efficienza energetica delle scuole sarà esteso anche agli impianti sportivi pubblici e tra gli interventi finanziabili ci saranno anche quelli di efficientamento e risparmio idrico.   A prevederlo un emendamento alla bozza di legge di Bilancio 2019 approvato lo scorso 4 dicembre dalla Commissione Bilancio della Camera.   Edilizia scolastica: efficienza energetica e idrica con il fondo Kyoto L’emendamento aggiunge l’art. 54-bis che regola gli interventi, finanziati con l’utilizzo delle risorse del Fondo Kyoto, dedicati all’efficienza energetica degli edifici scolastici e universitari pubblici.   In particolare, si estendono i finanziamenti a tasso agevolato concessi ai soggetti pubblici proprietari delle scuole, anche alla realizzazione di interventi di efficientamento e risparmio idrico, oltre che all’incremento della loro efficienza..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 – In arrivo 22 milioni di euro per la progettazione di ambienti didattici innovativi e tecnologicamente all’avanguardia all’interno delle scuole.   A prevederlo un decreto, firmato dal Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, che stanzia complessivamente 35 milioni di euro per il pacchetto ‘Scuola digitale’.   Il decreto, inoltre, stanzia oltre 2 milioni di euro per le scuole delle aree a rischio, che saranno individuate in base a criteri oggettivi: alto tasso di dispersione scolastica, disagio negli apprendimenti, status socio-economico della famiglia di origine rilevato dall’INVALSI, tasso di deprivazione territoriale ISTAT.   Scuole innovative: 22 milioni per g didattici A seguito della firma del decreto, il Miur ha pubblicato un bando da 22 milioni di euro destinato alle scuole statali di ogni ordine e grado per finanziare la progettazione e creazione di ambienti di apprendimento,..
Continua a leggere su Edilportale.com

06/12/2018 - Per le Partite Iva potrebbero cambiare i requisiti per accedere al regime forfetario. Se da una parte si alza a 65 mila euro la soglia dei ricavi che consente di essere tassati con l’aliquota agevolata al 15%, dall’altra subentrano una serie di limiti riguardanti i lavori svolti negli anni precedenti. È una delle novità introdotte con l’emendamento 4.34 al disegno di legge di Bilancio per il 2019, approvato dalla Commissione Bilancio della Camera.   Partite Iva, l’accesso al regime forfetario L’accesso al regime forfetario, come lo conosciamo oggi, è normato dalla Legge di Stabilità per il 2015 (L.190/2014). Il comma 57 regola i soggetti non ammessi alla tassazione agevolata. Tra questi, la lettera d-bis indica i soggetti che nell'anno precedente hanno percepito redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente eccedenti l'importo di 30mila euro. Il requisito della..
Continua a leggere su Edilportale.com

05/12/2018 - Il Consiglio regionale pugliese ha approvato la proroga al 31 dicembre 2019 del Piano Casa. Ancora un anno di tempo, dunque, per presentare istanze abilitative per gli incrementi volumetrici fino al 20% nel caso di ampliamento e al 35% nel caso di demolizione e ricostruzione.    “Come negli scorsi anni ci siamo preoccupati di sostenere l’attività edilizia e le necessità abitative, raggiunte senza consumare suolo e simpatizzando per la grande filiera dell’edilizia: professioni tecniche, imprese edili, fornitori e pure comuni con l’incasso degli oneri” - dichiarano Fabiano Amati, primo firmatario, Donato Pentassuglia, Ruggero Mennea e Sergio Blasi, sottoscrittori con i Consiglieri Enzo Colonna e Giuseppe Longo della proposta di legge per modificare gli articoli 5 e 7 della Legge regionale ‘Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento della qualità del..
Continua a leggere su Edilportale.com

05/12/2018 – Dal 2 gennaio 2019 sarà in vigore la nuova regola tecnica verticale per la prevenzione degli incendi nelle attività commerciali con superficie lorda superiore a 400 metri quadri.   E’ stato pubblicato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 23 novembre 2018 con la regola tecnica verticale sulle attività commerciali che si aggiunge alle regole tecniche verticali già presenti nel DM 3 agosto 2015.   Antincendio attività commerciali: le nuove regole tecniche Le attività commerciali saranno classificate in base alla loro dimensione calcolata in metri quadri e al numero di piani di cui si compone l’edificio. Nel computo della superficie lorda utile, oltre alle aree destinate alla vendita devono essere considerate quelle utilizzare per servizi, depositi e spazi comuni coperti direttamente funzionali all’attività commerciale.   Potranno invece essere omesse le quote..
Continua a leggere su Edilportale.com

05/12/2018 – Alleggerimento dell’obbligo di affidamento dei lavori sulla base del progetto esecutivo, innalzamento delle soglie per le procedure negoziate e reintroduzione dell’incentivo ai progettisti interni alla Pubblica Amministrazione. Sono alcune delle proposte contenute nella bozza di decreto legge in materia di semplificazione e sostegno allo sviluppo, che sarà sul tavolo del prossimo Consiglio dei Ministri.   Il testo prevede una serie di tagli alla burocrazia, che secondo il Governo faciliteranno l’attività delle imprese. Tra questi le prime modifiche al Codice Appalti (Dlgs 50/2016), come annunciato nei giorni scorsi da Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione (Anac).   Progettazione interna alla Pubblica Amministrazione Potrebbe tornare l’incentivo alla progettazione svolta dai tecnici dipendenti pubblici. Al momento l’articolo 113, comma 2, del Codice Appalti destina ad..
Continua a leggere su Edilportale.com

05/12/2018 – Dopo tante segnalazioni e richieste di miglioramento della normativa sui contratti pubblici, il nuovo Codice Appalti dovrebbe arrivare nel 2019. È in fase di definizione il disegno di legge Deleghe per le semplificazioni, i riassetti normativi e le codificazioni di settore che fisserà i princìpi del nuovo Codice Appalti.   Ma non solo, perché la bozza del ddl Deleghe per le semplificazioni prevede anche una serie di semplificazioni in materia edilizia.   Codice Appalti: semplicità di linguaggio e cantieri veloci Il nuovo Codice verrà approvato entro un anno dall'entrata in vigore della legge delega. I suoi contenuti saranno quindi definiti nel 2019. Sarà un decreto legislativo che sostituirà integralmente o modificherà la norma del 2016 (D.lgs. 50/2016). Sarà strutturato secondo una serie di princìpi direttivi, primi tra tutti la semplicità di linguaggio e le “ragionevoli..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/12/2018 – Fornire indirizzi univoci e di coordinamento in materia di conferenza di servizi, soprattutto in relazione al ricorso alla conferenza semplificata e ai tempi di chiusura dei procedimenti.   Questo lo scopo delle Circolare 4/2018 contenente “Chiarimenti in materia di attuazione della Conferenza di servizi” con cui il Ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Buongiorno fornisce un’analisi sistematica del procedimento.     Conferenza di servizi: i casi di quella semplificata La circolare ricorda che la conferenza viene distinta in due fasi: una “semplificata”, che è il modello ordinario e una “simultanea”, che è la modalità eccezionale. La prima si svolge in modalità telematica “asincrona”, ossia tramite il semplice scambio informatico di informazioni e di documenti tra i rappresentanti delle amministrazioni interessate al rilascio del provvedimento finale.   Lo..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/12/2018 – In base a quali argomentazioni il Comune può decidere se negare o concedere il permesso di costruire? Oltre alle valutazioni tecniche e al rispetto delle norme vigenti, ci sono altri aspetti da considerare. Lo ha spiegato il Tar Campania con la sentenza 1388/2018.   Permesso di costruire, il caso Nel caso preso in esame, un cittadino aveva richiesto il permesso di costruire per la realizzazione di un fabbricato per civile abitazione.   Il Comune, però, aveva negato il rilascio del titolo abilitativo dal momento che non era stato richiesto dal proprietario dell’area su cui sarebbe sorto l’edificio. Secondo l’Ufficio tecnico, mancava “un titolo legittimante al rilascio del provvedimento abilitativo”.   L’interessato aveva quindi presentato ricorso sostenendo di detenere il possesso dell’area, così come risultava da una serie di documenti presentati.   Permesso di costruire, chi..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/12/2018 – La valutazione degli immobili dovrà tener conto delle disposizioni in merito all’equo compenso dei periti, dei nuovi principi per hotel, centri commerciali e agroindustrie e dei criteri per calcolare l’impatto sul valore di mercato dell’efficienza energetica degli immobili.   Queste le principali novità contenute nelle nuove Linee Guida ABI per le valutazioni degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie, aggiornate alla luce dell’ulteriore adeguamento ai più recenti standard europei e internazionali (Direttiva mutui e Circolare 285 della Banca d’Italia con riferimento ai requisiti di professionalità dei periti).   La presentazione ufficiale del documento è avvenuta lo scorso 30 novembre, in occasione dell’evento annuale “Credito al credito”, organizzato da ABI.   Valutazione immobiliari: le linee guida ABI Le nuove Linee Guida riportano una serie di principi,..
Continua a leggere su Edilportale.com

04/12/2018 – Più vicina la riforma della normativa antincendio nei luoghi di lavoro. Dopo le decisioni del luglio scorso, il Comitato centrale tecnico scientifico per la prevenzione incendi dei Vigili del Fuoco ha messo a punto la bozza di decreto che sostituirà il DM 10 marzo 1998 recante i criteri generali di sicurezza antincendio per la gestione dell’emergenza nei luoghi di lavoro.   Norme antincendio nei luoghi di lavoro Secondo la bozza, il datore di lavoro deve adottare le misure per ridurre la probabilità di insorgenza di incendio, realizzare vie e uscite di emergenza, realizzare le misure per una rapida segnalazione dell’incendio, assicurare la presenza di mezze e misure per l’estinzione dell’incendio, garantire l’efficienza dei sistemi di protezione, fornire ai lavoratori una adeguata informazione e formazione sui rischi.   Normativa antincendio, il piano di emergenza Il testo prevede che il piano di emergenza..
Continua a leggere su Edilportale.com

03/12/2018 - È stata approvata in Commissione Urbanistica la proposta di legge finalizzata al contenimento del consumo di suolo, e ad una pianificazione urbanistica più razionale e rispettosa del territorio e delle sue vocazioni. Lo annuncia, in una nota, il consigliere Enzo Colonna (presidente del Gruppo Noi a sinistra per la Puglia), promotore dell’iniziativa legislativa.   La proposta di legge - spiega il consigliere - punta a introdurre nell’ordinamento regionale strumenti e metodologie innovative già in uso in altri contesti locali e finalizzate a coniugare, sempre più efficacemente, la tutela del territorio, la valorizzazione della bellezza dei luoghi e gli interventi antropici di riqualificazione e rigenerazione urbana.   Rigenerazione urbana e tutela della bellezza “Solo un approccio integrato di tutti questi elementi - afferma Colonna - può consentire di rendere effettivi gli obiettivi di una buona urbanistica..
Continua a leggere su Edilportale.com