Flash News: Edilizia

22/02/2019 – Si concretizza la disposizione contenuta nel Jobs Act Autonomi (Legge 81/2017) che mira a incrociare domanda e offerta di lavoro autonomo, fornire informazioni ai liberi professionisti per l'avvio di nuove start up e per l'accesso a commesse e appalti pubblici, individuare opportunità di credito e agevolazioni pubbliche a favore dei lavoratori autonomi.   È stato siglato ieri mattina, infatti, a Roma il protocollo d'intesa tra Anpal servizi e Confprofessioni per promuovere e attivare nei Centri per l'impiego l'istituzione di uno “Sportello dedicato al lavoro autonomo”.   Sportelli per il lavoro autonomo nei centri per l’impiego L'accordo sottoscritto dall'amministratore unico di Anpal Servizi, Maurizio Del Conte, e dal presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, ha una durata triennale.   L’intesa si propone di condividere l'iniziativa con ciascuna Regione per individuare..
Continua a leggere su Edilportale.com

22/02/2019 - “Come Anci chiediamo al Governo di dotare di risorse adeguate e strutturali il Fondo per la demolizione delle opere abusive. Cinque milioni non sono sufficienti se si vuole consentire a sindaci e prefetti di abbattere le tante costruzioni che deturpano il nostro paesaggio”.   Lo hanno chiesto il delegato a Urbanistica e lavori pubblici di Anci e sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, e il presidente della commissione Urbanistica e lavori pubblici di Anci e consigliere comunale di Torino, Stefano Lo Russo, nella riunione della commissione, convocata per esaminare lo schema di decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che rifinanzierà il Fondo per le demolizioni.   Fondo, lo ricordiamo, istituito dalla Legge di Bilancio 2018 con una dotazione di 10 milioni di euro per il biennio 2018-2019.   Occhiuto e Lo Russo aggiungono che Anci condivide la sostanza dello schema di decreto che aiuta i Comuni a procedere alle demolizioni..
Continua a leggere su Edilportale.com

22/02/2019 – Per ottenere il Sismabonus è necessario risalire alla data esatta in cui sono iniziati i lavori e alla natura dell’intervento, che deve rientrare nell’ambito della manutenzione straordinaria e non della nuova costruzione. Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate con la risposta 62/2019 ai dubbi sollevati da un contribuente.   Sismabonus, conta la data di inizio lavori Il sismabonus, ha ricordato l’Agenzia delle Entrate, è stato introdotto con la Legge di Bilancio 2017 (L. 232/2016). Possono quindi accedere alla detrazione fiscale gli interventi di adeguamento o miglioramento antisismico iniziati dal 1° gennaio 2017.   SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL SISMABONUS   Nel caso esaminato dal Fisco, il contribuente che ha richiesto il sismabonus ha presentato la Scia a novembre 2016, ma questa è stata modificata a gennaio 2017 in seguito ad alcune richieste di integrazione.   La possibilità..
Continua a leggere su Edilportale.com

22/02/2019 – L’Agenzia delle Entrate pubblica la prima guida interamente dedicata al Sismabonus, l’agevolazione per i lavori antisismici che dal 1° gennaio 2017 ha assunto regole specifiche differenti rispetto al Bonus ristrutturazione.   La Guida al Sismabonus raccoglie tutte le informazioni utili come: beneficiari, vantaggi e modalità per accedere all’agevolazione per i lavori e l’acquisto di case antisismiche.   Sismabonus: chi ne beneficia e cosa prevede L’Agenzia delle Entrate ricorda che l’agevolazione fiscale è valida per interventi realizzati su tutti gli immobili di tipo abitativo (non soltanto su quelli adibiti ad abitazione principale) e su quelli utilizzati per attività produttive.   Inoltre, le opere devono essere realizzate su edifici che si trovano nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2) e nella zona 3. Tra le spese detraibili rientrano anche quelle effettuate..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/02/2019 – Puntare su una nuova edilizia che non sia più un pericolo per l'ambiente, per il consumo di suolo e di energia, ma che diventi una opportunità per la rigenerazione urbana e la lotta contro i cambiamenti climatici.   A dimostrare quanto sia interessante accettare questa sfida e puntare su materiali innovativi e sostenibili ci sono le esperienze raccontate nel Rapporto MaINN: Materiali INNovativi e Sostenibili per una nuova edilizia di Legambiente.   Le esperienze raccolte dimostrano come siano sempre di più i cantieri e le realizzazioni dove si dimostrano i vantaggi di aggregati riciclati al posto di materiali di cava, o le prestazioni in termini di salubrità e prestazioni energetiche di laterizi naturali (paglia, terra cruda, canapa, ecc.), del legno proveniente dal riciclo, di pitture che assorbono l'inquinamento o di altri materiali certificati nel ciclo di vita.   Ecco alcuni dei prodotti selezionati da Legambiente.   Tra..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/02/2019 - Un sistema innovativo di osservazione della Terra dallo spazio per la stima dei volumi e l’analisi delle macerie, verifiche di agibilità dei beni culturali e delle criticità idro-geologiche, indagini “macrosismiche” per lo studio degli effetti del sisma sul costruito, pianificazione territoriale con la microzonazione sismica.   Ma anche un medicamento brevettato dall’ENEA per la cura delle ferite, con proprietà cicatrizzanti, antibatteriche e antinfiammatorie. Sono questi gli interventi messi in campo dall’ENEA nell’ambito delle attività condotte come membro del Comitato Operativo del Dipartimento della Protezione Civile, a seguito degli eventi sismici che hanno colpito l’Italia centrale nel 2016-2017.   Dal centinaio di sopralluoghi svolti dai ricercatori dell’Agenzia, insieme ai funzionari del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, è emerso che in Abruzzo, Lazio,..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/02/2019 – Messa in sicurezza del territorio, trasporto pubblico locale e nazionale, edilizia pubblica e carceraria e infrastrutture. Per il finanziamento di queste iniziative, il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti (Mit) ha chiesto al Ministero dell'Economia e delle Finanze (Mef) che gli siano trasferiti 19 miliardi di euro dal Fondo Investimenti per le Amministrazioni centrali.   Fondo Investimenti per le Amministrazioni centrali Il Fondo, lo ricordiamo, è stato istituito dalla Legge di Bilancio per il 2019 con una dotazione di 43,6 miliardi di euro per quindici anni, dal 2019 al 2033.   La ripartizione tra i vari ministeri avverrà sulla base dei programmi presentati. Il Mit ha quindi proposto il suo piano di investimenti. La suddivisione delle risorse avverrà con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.   Fondo per la progettazione, chiesti 30 milioni di euro Il Mit ha chiesto di destinare 30 milioni di euro..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/02/2019 – Chi intende usufruire del sismabonus deve presentare il progetto dell’intervento e l’asseverazione sul miglioramento sismico ottenibile con i lavori contestualmente alla Scia. In caso contrario si perde il diritto all’agevolazione.   La spiegazione, contenuta in una risposta che l’Agenzia delle Entrate ha fornito ad un contribuente, si basa si basa sulle linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni e l’attuazione del sismabonus (DM 28 febbraio 2017 n.58).   Ma quando, contestualmente ai lavori di adeguamento o miglioramento antisismico, si vogliono eseguire interventi che richiedono il permesso di costruire, la situazione potrebbe complicarsi.   Sisambonus e lavori con permesso di costruire Nel caso esaminato dal Fisco, un contribuente aveva intenzione di effettuare, oltre ai lavori di miglioramento antisismico, il cambio di destinazione d’uso del primo piano dell’edificio da..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/02/2019 – Oggi è l’ultimo giorno utile per l’invio all’Enea della documentazione relativa ai lavori di ristrutturazione con risparmio energetico effettuati fino al 21 novembre 2018.   La comunicazione, che deve avvenire telematicamente caricando i dati sul sito https://ristrutturazioni2018.enea.it/, è necessaria per ottenere la detrazione del 50% sugli interventi di ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di elettrodomestici che consentono di conseguire un risparmio energetico.   Ristrutturazioni con risparmio energetico: come funziona l’invio dati Enea Il portale Enea consente esclusivamente l’invio delle dichiarazioni i cui lavori sono completati nell'anno 2018.   La trasmissione dei dati dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo. Per gli interventi già conclusi, il termine dei 90 giorni è..
Continua a leggere su Edilportale.com

21/02/2019 – Prorogata al prossimo 1° aprile la scadenza per l’invio all’Enea della documentazione relativa ai lavori di ristrutturazione con risparmio energetico effettuati fino al 21 novembre 2018.   La proroga è stata annunciata nel pomeriggio di oggi dall'Enea. Si hanno, quindi, ancora 39 giorni a disposizione per la comunicazione, che deve avvenire telematicamente caricando i dati sul sito https://ristrutturazioni2018.enea.it/, necessaria per ottenere la detrazione del 50% sugli interventi di ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di elettrodomestici che consentono di conseguire un risparmio energetico.   Ristrutturazioni con risparmio energetico: come funziona l’invio dati Enea Il portale Enea consente esclusivamente l’invio delle dichiarazioni i cui lavori sono completati nell'anno 2018.   La trasmissione dei dati dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/02/2019 - Nel mese di gennaio 2019 i valori del mercato della progettazione sono in forte calo sia rispetto a gennaio 2018, -28,0% nel numero e -6,5% nel valore, sia rispetto a dicembre 2018, -43,7% nel numero e -66,7% nel valore.   Infatti, nell’ultimo mese sono state bandite 188 gare per servizi di sola progettazione (41 sopra soglia), per un valore di 28,9 milioni di euro (20,0 sopra soglia) e il confronto con il precedente mese di dicembre, mese record del 2018, è tutto negativo, mentre rispetto al mese di gennaio 2018 il calo si concentra nei bandi sotto soglia (-36,6% in numero e -34,4% in valore), invece i bandi sopra soglia continuano a crescere: +41,4% in numero e +15,4% in valore.   Secondo l’osservatorio OICE-Informatel, aggiornato al 31 gennaio, per il totale dei servizi di ingegneria e architettura nel primo mese dell’anno sono state bandite 338 gare per un importo complessivo di 77,0 milioni di euro che, confrontati con il mese di..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/02/2019 – Non è a norma il centro polivalente di Norcia progettato da Stefano Boeri. A stabilirlo in modo definitivo è stata la sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza pubblicata ieri. I giudici non sono però certi che sia stato corretto porre l’opera sotto sequestro.   Centro polivalente di Stefano Boeri a Norcia Tutto inizia con il sisma del 30 ottobre 2018, che distrugge, tra le altre, la città di Norcia. Partono quindi una serie di iniziative di solidarietà. Tra queste “Un Aiuto Subito. Terremoto Centro Italia 6.0”, promossa da Corriere della Sera e TG La7. Con le risorse raccolte viene costruita una parte del Centro Polivalente e di Protezione Civile progettato dall'architetto Stefano Boeri. L’opera è realizzata in un’area di proprietà del Comune e donata al Comune con una convenzione.   Poi il sequestro, motivato dal vincolo paesaggistico e dalla destinazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/02/2019 – Il Governo prova di nuovo a trasformare gli edifici abbandonati in centri culturali da concedere ai giovani artisti al canone simbolico di 150 euro al mese.   È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 18 dicembre 2018 con il nuovo elenco degli immobili da destinare al progetto di recupero.      Progetti per trasformare edifici abbandonati in atelier d’arte L’iniziativa non è nuova. Il Ministero dei beni e delle attività culturali ci aveva già provato tre anni fa. Con il DM 22 dicembre 2015 aveva individuato un primo elenco di edifici da riconvertire con appositi progetti architettonici.      Il programma non ha avuto seguito. Come si legge nell’introduzione del nuovo decreto appena pubblicato, dopo una serie di verifiche effettuate sul territorio, alcuni immobili “sono risultati inidonei per gravi problemi strutturali e di agibilità”. È stato..
Continua a leggere su Edilportale.com

20/02/2019 – Partire dalla valutazione delle vulnerabilità da pericoli naturali per arrivare a ricostruire la storia di ogni edificio, in una specie di ‘nuovo fascicolo dei fabbricati’, grazie alle informazioni in possesso di enti diversi.   Questo l’obiettivo del Governo indicato dal Sottosegretario con delega alla ricostruzione post terremoto, Vito Crimi, lo scorso 18 febbraio alla presentazione della ‘Mappa del rischio dei Comuni italiani’ che fornisce un quadro completo e facilmente accessibile dei dati sui rischi naturali.   Dalle mappe dei rischi naturali a quelle degli edifici La "Mappa dei rischi dei comuni italiani", realizzata dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio 'Casa Italia', è una piattaforma che fornisce dati e informazioni sui rischi naturali di ogni singolo comune, grazie all'integrazione delle diverse mappe di rischio (sismico, idrogeologico, ecc.). Con queste informazioni..
Continua a leggere su Edilportale.com

19/02/2019 –Il mercato della casa connessa (Building automation e domotica) raggiunge un valore di 380 milioni di euro nel 2018, in crescita del 52% rispetto al 2017. Insieme al mercato crescono anche il livello di conoscenza e la diffusione degli oggetti connessi nelle case degli italiani: il 59% ha sentito parlare almeno una volta di casa intelligente e il 41% possiede almeno un oggetto smart, con le soluzioni per sicurezza (come sensori per porte e finestre) in prima posizione.   Sono alcuni dei risultati della ricerca sulla Smart Home dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano presentata lo scorso 15 febbraio al convegno dal titolo “Smart Home: senti chi parla!”.   Domotica: i trend del mercato italiano Il mercato italiano delle soluzioni per la Smart Home cresce molto rapidamente nel 2018, con un ritmo paragonabile o addirittura superiore a quello dei principali paesi europei. In termini assoluti,..
Continua a leggere su Edilportale.com

19/02/2019 – L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le regole tecniche da utilizzare per trasmettere i dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale, relativi al periodo d’imposta 2018 e i controlli di coerenza tra i modelli Redditi 2019 e quelli Isa. L’approvazione è arrivata con il Provvedimento 15 febbraio 2019 (con la modulistica da utilizzare in allegato) che modifica e aggiorna il provvedimento del 30 gennaio scorso.   Isa: le specifiche tecniche  L’Allegato 1 si riferisce alle specifiche tecniche che i professionisti, gli esercenti attività d’impresa o arti o gli intermediari abilitati alla trasmissione, devono utilizzare per inviare telematicamente all’Agenzia le informazioni contenute nel modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli Isa.   L’Allegato 2, invece, riguarda la procedura di controllo della..
Continua a leggere su Edilportale.com

19/02/2019 – Il patrimonio infrastrutturale italiano è inadeguato al suo sistema economico e produttivo. L’Amministrazione non riesce a progettare le opere pubbliche in modo efficace e si generano ritardi, tanto che anche la Banca europea degli investimenti (BEI) ha segnalato la difficoltà di operare in Italia.   È questo il quadro tracciato da Alberto Avoli, procuratore generale della Corte dei Conti, alla cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario. Una situazione che potrebbe aggravarsi per la riduzione degli investimenti e la carenza di personale che “Quota 100” starebbe per generare.   Infrastrutture, rischia di crescere il gap con gli altri Paesi “Il nostro Paese – si legge nella relazione di Alberto Avoli - non dispone di un patrimonio infrastrutturale adeguato al suo sistema economico e produttivo. Si tratta di una realtà incontrovertibile che incide negativamente anche sulla qualità..
Continua a leggere su Edilportale.com

19/02/2019 – Da ieri è possibile fruire in maniera semplice e veloce di tutte le informazioni relative a frane, sinkholes (fenomeni di sprofondamento) e faglie attive presenti sul territorio nazionale, nonché di tutti i numeri degli interventi per la difesa del suolo, i dati sul consumo di suolo, la cartografia geologica e geotematica.   È on line, infatti, la nuova versione del Portale del Servizio Geologico d’Italia – ISPRA (presentato ieri durante un convegno Ispra presso la Sala Convegni del CNR a Roma) accessibile da smartphone, tablet e smart tv, che per la prima volta unisce tutti i dati sulle pericolosità geologiche che caratterizzano il territorio italiano compreso il rischio sismico e quello vulcanico, nonché tutti i numeri del Repertorio Nazionale degli interventi per la Difesa del Suolo (ReNDiS), di ITHACA (il catalogo delle faglie capaci) e di IFFI (Inventario dei fenomeni franosi d’Italia).  Sempre..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/02/2019 - Nel 2018 le gare pubbliche che prevedono l’utilizzo delle metodologie BIM hanno fatto registrare un balzo del 219% sul totale del numero delle gare dell’anno precedente. Anche il 2017 era stato molto positivo, con un +70% sul 2016.   Nel solo mese di dicembre 2018 sono stati pubblicati 104 bandi, 90 dei quali emessi da diverse direzioni regionali dell’Agenzia del Demanio, ente che si è dimostrato fra i più attivi già nel 2017.   Sono i dati del Rapporto OICE sulle gare BIM 2018 presentato a Roma giovedì scorso.   È BIM il 4,6% dei bandi di progettazione Nel 2018 il confronto tra i bandi per servizi di ingegneria e architettura con richiesta di BIM (o appalti di servizi o concorsi di progettazione) e il totale del mercato dei servizi di ingegneria e architettura rilevati, vede i bandi BIM al 4,6% del totale nel numero. Nel valore, i bandi BIM raccolgono 161.046,8 milioni di euro, contro i 1.250.230.624..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/02/2019 - È il simbolo della purezza, dà luce agli spazi stretti e ripara dal calore. Il bianco non è solo un colore senza tempo, ma è stato scelto nei secoli per scopi pratici e oggi è il tratto distintivo di molte comunità.   Dopo le città colorate, ecco un viaggio tra i centri urbani che abbagliano i visitatori con il bianco.   Ostuni, Puglia Situato su tre colline, il centro storico della città bianca per eccellenza è coperto interamente di calce bianca. Una scelta che l’ha preservato dalla peste del XVII secolo, grazie alle proprietà disinfettanti della calce. Foto: Jelly [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/)], from Wikimedia Commons   Isola di Levanzo, Sicilia É la più piccola delle isole Egadi. Le case dei pescatori, tinteggiate di bianco, contrastano con il blu intenso del mare.  Foto: simonetta viterbi from milano, italy..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/02/2019 - “Ce l’abbiamo fatta! La norma sulla certezza dei pagamenti dei professionisti del settore edile è diventata Legge. Chiunque voglia ottenere un titolo edilizio (qualunque esso sia) dovrà prima dimostrare di avere pagato l’architetto, l’ingegnere, il geometra o il geologo per la propria prestazione. Una norma che restituisce dignità ai giovani professionisti che non vengono pagati quasi mai al termine della loro attività”.   Così Giampiero Trizzino, Presidente della Commissione Ambiente e Territorio dell’Assemblea Regionale Siciliana, ha annunciato su Facebook l’approvazione dell’emendamento che introduce anche in Sicilia la norma per la tutela delle prestazioni professionali e ha aggiunto: “da oggi le cose cambiano: trasparenza dei contratti, tracciabilità del compenso e tutela del lavoratore sono i principi cardine di una legge che guarda al futuro dei giovani siciliani”.   La..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/02/2019 - È stato firmato dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, il decreto che stanzia 114 milioni di euro per l’adeguamento alla normativa antincendio di 2.267 edifici scolastici.   Lo ha annunciato lo stesso Ministro durante i lavori della Commissione Scuola dell’Anci, svoltisi nei giorni scorsi presso la sede nazionale dell’Associazione dei Comuni, su impulso della presidente della Commissione Cristina Giachi, vice sindaca di Firenze e che ha visto la partecipazione del segretario generale dell’Anci Veronica Nicotra, del vicepresidente vicario Roberto Pella, e di tantissimi amministratori e sindaci.   Gli Enti Locali che beneficeranno di queste risorse avranno 12 mesi di tempo per aggiudicare i lavori di adeguamento alla normativa antincendio e potranno richiedere subito, all’atto del finanziamento, l’anticipazione del 20% dei fondi.   “Con queste risorse..
Continua a leggere su Edilportale.com

18/02/2019 – Chi acquista casa “su carta” sarà più tutelato. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo 14/2019 che attua la Legge 155/2017 sulla riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza.   Acquisto su carta, aumentano le tutele Il decreto pubblicato in Gazzetta modifica il D.lgs 122/2005, che già prevede una serie di tutele per gli acquirenti, come la fideiussione pari alle somme riscosse e a quelle da riscuotere prima del trasferimento della proprietà, che il costruttore deve procurare all’acquirente, e la consegna della polizza assicurativa decennale, con decorrenza dalla data di conclusione dei lavori, a copertura dei danni materiali e diretti all'immobile, compresi i danni ai terzi, derivanti da rovina totale o parziale oppure da gravi difetti costruttivi delle opere, per vizio del suolo o per difetto della costruzione manifestatisi successivamente alla..
Continua a leggere su Edilportale.com

15/02/2019 - La nona edizione di MADE expo si conferma l’appuntamento più rilevante in Italia per creare dialogo e interazione di business tra le diverse componenti della filiera dell’edilizia; oltre 900 espositori, con una vasta rappresentanza delle eccellenze nel mondo delle costruzioni, dell’architettura e dell’interior design, e più di centomila visitatori professionali attesi dall’Italia e dall’estero.   “Costruire connessioni. La qualità dell’abitare tra progettazione, realizzazione e mercati”. Il titolo esprime l’intenzione di MADE expo di rafforzare i legami tra le aziende, tutte le associazioni di settore, le professioni, le Università ed il territorio per contribuire al rilancio dell’edilizia in un momento complesso, con particolare attenzione anche alla promozione internazionale del Made in Italy in collaborazione con Agenzia ICE.   In particolare MADE expo si propone..
Continua a leggere su Edilportale.com

15/02/2019 - Tecnologie hi-tech affidabili e a costi ridotti per individuare rapidamente elementi di degrado su ponti e viadotti. Sono alcune delle proposte che l’ENEA ha lanciato nel corso del convegno Monitoraggio e valutazione di ponti e viadotti - Stato dell’arte e prospettive che si è tenuto ieri a Roma presso la sede dell’Agenzia con l’obiettivo di individuare soluzioni per la salvaguardia e la manutenzione preventiva di queste infrastrutture strategiche.   All’evento, che si è svolto a sei mesi esatti dal crollo del viadotto Polcevera a Genova, hanno preso parte alcuni fra i massimi esperti del settore.   Per il check-up di ponti e viadotti, ENEA propone il sistema dell’interferometria radar, basato su uno strumento simile a una macchina fotografica, in grado di misurare le vibrazioni di una campata, di una pila di un viadotto o di un ponte anche da remoto. L’interferometria radar fornisce la possibilità..
Continua a leggere su Edilportale.com